Archive for the surreale Category

Weird Britain

Posted in arte, surreale, Uncategorized, viaggiare on 5 Maggio, 2008 by Tiziana

Dungeness
Avanguardia artistica, capanne di pescatori e una centrale nucleare su una straniante distesa di ghiaia.

Si arriva a Dungeness da una strada che taglia una zona molto verde, la Romney Marsh, piena di piccoli corsi d’acqua, con fienili in mattoni e tante pecore.
Poi improvvisamente il paesaggio cambia e la strada si allunga su una distesa di ghiaia senza fine, “shingle”, lunare.
Sulla sinistra il mare rimane nascosto dalle dune di ghiaia, con pescherecci tirati in secca, relitti, macchinari mangiati dalla ruggine, capanni cadenti di pescatori.
Sulla strada si alternano cottages di legno scuro e finestre rosse, gialle, e roulottes di acciaio a forma di uovo spaziale.
Vari tipi di cespugli spinosi hanno colori vivaci ed emettono odori pungenti o dolci… dipende.

Derek Jarman, uno scultore e regista d’avanguardia, trascorse qui gli ultimi anni prima di morire.
Il suo cottage nero e giallo è circondato dalle sculture fatte con quello che il mare lasciava sulla riva. Immagino la cura amorevole con cui gli amici e vicini si prendano tuttora cura delle opere, così fragili e soggette alle bizze del tempo, senz’altro inclemente.
Alcune ironiche, sarcastiche, totemiche, altre semplicemente poetiche, completano l’aria surreale del posto.
Sullo sfondo dei cottages, due fari e due centrali nucleari, grigie ed incombenti.

Cammino verso il mare e discendo le dune di ghiaia.
La bassa marea lascia umida una larga striscia di sabbia, mi guardo indietro, verso terra, e vedo i pescherecci sulla cima della collina di ghiaia.
Mi mangio le mani per non aver portato la macchina fotografica con me. E’ un luogo che sento di amare all’istante, desolato, lontano, deserto e bellissimo.

Pubblicità